Sei atleti trans che hanno segnato il mondo dello sport

Sport generico 5' di lettura 10/06/2021 - Mentre le olimpiadi di Tokyo sono ormai ai nastri di partenza e gli Europei di atletica sono in corso, il dibattito sull’apertura agli atleti transgender è caldo e tiene banco in molte discussioni pubbliche.

Tuttavia, oltre all’emblematico caso di Caster Semenya noto sin dal 2009, esistono altri sportivi transgender che hanno scritto una pagina di storia nelle loro discipline. Ripercorriamo insieme le biografie dei più famosi, individui che hanno segnato il tema del genere nel mondo dello sport.

Renée Richards - Tennis

Richards ha partecipato al torneo in entrambe le categorie, maschile e femminile. Nato come Richard Raskind, il tennista ha subito un intervento chirurgico nel 1975, che le ha permesso di cambiare sesso. A quarant'anni, Richards ha lasciato la sua carriera come giocatore professionista. Ha mosso i primi passi consumando ormoni femminili negli anni '60 prima di ricominciare a giocare nelle vesti più consone alla sua natura: donna. La tennista è riuscita a raggiungere il ventesimo posto della Women's Tennis Association nel mondo nel 1979 ed è diventata un’allenatrice. L'americana è stata finalista agli US Open 1977 nel doppio femminile. Richards pubblicherà due biografie e vedrà la sua storia portata al cinema nel 1986.

Caitlyn Jenner - Decathlon

Nato come Bruce Jenner, Caitlyn Jenner è diventata una figura virale nel movimento transgender nel 2015 quando ha rivelato pubblicamente di aver subito un intervento chirurgico per diventare una donna. Conosciuta anche come una delle star della serie TV “Al passo con i Kardashians”, Jenner è nota per le sue imprese come atleta maschio nel decathlon. È stata lanciata sulla scena sportiva nel 1972 quando è arrivata decima alle Olimpiadi del 1972 a Monaco di Baviera. L'americana è diventata una star del decathlon quando ha stabilito il record mondiale tre volte tra il 1975 e il 1976. Caitlyn ha anche collezionato una medaglia d'oro ai Giochi Panamericani oltre all’oro ai Giochi Olimpici di Montreal nel 1976. È stata anche reclutata da una squadra di basket NBA nel 1977, ma senza mai cedere alle lusinghe. Quattro anni dopo il suo successo a Montreal, l'atleta è stata nominata nella United States Track and Field Hall of Fame.

Caster Semenya - Atletica

La runner di 800 metri è una donna con iperandrogenismo che la fa nascere con caratteristiche fisiche maschili, come il suo alto livello di testosterone, pur essendo anatomicamente donna. Semenya ha vinto fino ad oggi 2 medaglie d'oro ai Giochi Olimpici di Londra 2018 e 3 medaglie d'oro ai Campionati del Mondo. Ha molti record mondiali, soprattutto negli 800 metri. Il suo livello molto alto di testosterone causa da sempre un dibattito all'interno dell'Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera (IAAF). La IAAF ha introdotto nuovi regolamenti nell'aprile 2018 che obbligano gli atleti con iperandrogenismo ad assumere farmaci per abbassare tali parametri. Ad oggi, l'atleta sudafricana è ancora in attesa dell'esito di un ricorso contro il regolamento IAAF. La due volte medaglia d'oro ha detto che non correrà più per l'organizzazione se questa regola continua.

Fallon Fox - Arti Marziali Miste

Nato come un uomo, Fox è diventato il primo combattente apertamente transgender nel mondo delle arti marziali miste (MMA) nel 2013, in una rivelazione pubblica. Nel 2006, è andato in Thailandia per eseguire un intervento chirurgico per diventare una donna. La rivelazione di Fox, fatta dopo due combattimenti tra professionisti, crea uno scandalo nel mondo delle arti marziali miste, poiché la sua licenza di combattente viene messa in discussione. Queste qualità genetiche come la sua elevata densità ossea, le mani più grandi e la mascella più forte sono messe in discussione dai combattenti che lo hanno affrontato. In totale, ha vinto 5 incontri tra il 2012 e il 2014.

Rachel McKinnon - Ciclismo

Nel 2018, il canadese è diventato il primo ciclista su pista transgender. Negli ultimi due anni ha vinto il Campionato del Mondo Master nella fascia d'età 35-44. Dichiaratasi atleta transgender e correndo nella categoria donna, viene regolarmente testata per mantenere il suo livello di testosterone, che deve essere inferiore a quello di altre atlete per competere. Prima di diventare ciclista, l'atleta canadese aveva tentato la fortuna nel mondo del golf prima di abbandonare lo sport a causa di un infortunio. McKinnon è anche un’attivista per i diritti transgender e ha scritto un libro.

Chris Mosier - Triathlon

Mosier, nato in un corpo femminile, nel 2015 è diventato il primo americano a far parte di una squadra nazionale nella categoria di un genere che non era associato alle sue anagrafe di nascita. Il triatleta non ha partecipato al Campionato Mondiale di Duathlon perché non ha mai ricevuto il permesso dalla Federazione Internazionale di Triathlon. Mosier ha iniziato a correre il triathlon da donna prima di identificarsi pubblicamente come uomo. Mosier è anche un attivista per i diritti persone transgender nello sport.

Questi esempi di persone transgender le cui storie servono di esempio per le libertà civili, sociali, sessuali e di genere hanno aperto le porte della parità nello sport, instradando l’opinione comune nel riconoscimento di pari dignità a tutte le professioni liberamente scelte, come le escort Bologna o le cam-girl. Ogni decisione intima e personale ha (o dovrebbe avere) una sua legittima dignità anche a livello governativo ed istituzionale.






Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2021 alle 16:38 sul giornale del 10 giugno 2021 - 3 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b6JW





logoEV