Cosa abbiamo in Comune, online la presentazione dell'offerta formativa per le scuole per l'anno 2020/2021

3' di lettura 07/10/2020 - Ritorna anche quest'anno, ma online, l'appuntamento con “Cosa abbiamo in Comune”, l'annuale open day di presentazione al mondo scolastico delle tante offerte educative del nostro territorio, proposto dal Comune di Bologna in collaborazione con le agenzie educative e gli operatori culturali della città.

“L’open day dedicato alla presentazione delle offerte formative per le scuole, è stato per anni l'occasione attesa e molto partecipata di iniziare ogni nuovo anno scolastico insieme – spiega l’assessora alla Scuola Susanna Zaccaria - e insieme vogliamo iniziare anche questo anno scolastico, perché come Amministrazione comunale riteniamo importante essere a fianco degli insegnanti, degli educatori e degli studenti in un momento così particolare, nella convinzione che nelle situazioni più difficili non si debbano perdere di vista i bisogni educativi delle giovani generazioni e tutto quello che contribuisce alla costruzione del loro futuro”.

“La vocazione educativa caratterizza le Istituzioni e le associazioni culturali della nostra città – sottolinea Matteo Lepore, assessore alla Cultura del Comune di Bologna - Le opportunità di incontro e le occasioni per fare esperienza diretta della cultura sono promosse dai Musei (visite guidate, laboratori a scuola, al museo e online), dai Teatri che offrono una programmazione e corsi dedicati ai più giovani e dalle tante iniziative promosse da Fondazione Cineteca, dalle associazioni che costituiscono il nostro sistema culturale e contribuiscono ad avvicinare bambine, bambini, ragazze e ragazzi alla musica, alla lettura e alle immagini, dando vita così al sistema formativo integrato cittadino. In comune, Cultura e Scuola hanno l’impegno e l’interesse per la formazione dei più giovani, per garantire e promuovere il loro diritto di accedere ai luoghi e di fruire del patrimonio storico-artistico, partecipando direttamente alla costruzione di un’eredità culturale condivisa”.

L'iniziativa si trasforma e diventa un luogo virtuale facilmente consultabile, da mercoledì 7 ottobre sul sito web Bologna Città Educativa, con pagine dedicate alle tante realtà educative e alle loro proposte, suddivise nelle consuete 4 aree tematiche (Ambiente, Scienza e Tecnologia; Creatività e Linguaggi; Democrazia e Diritti; Patrimonio), la maggior parte delle quali saranno fruibili sia in modalità in presenza che a distanza.

Si tratta di un catalogo online in continua evoluzione, che può aggiornarsi durante il corso dell'anno scolastico, può prevedere anche altri momenti informativi e ospitare video di presentazione, per rendere ancora più completa e aggiornata la proposta, sottolineando anche con queste piccole “visioni” l'importanza della continuità relazionale, sempre e comunque, al di là della presenza fisica.

L'iniziativa si rivolge a tutte le scuole del territorio metropolitano bolognese, da quelle dell'infanzia alle superiori, e, anche quest'anno, vede il coinvolgimento di circa 80 soggetti culturali ed educativi tra istituzioni, fondazioni, enti, associazioni e altre importanti realtà che si propongono come interlocutori del mondo della scuola.


I materiali e le informazioni sono consultabili collegandosi al link dedicato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2020 alle 19:06 sul giornale del 08 ottobre 2020 - 166 letture

In questo articolo si parla di attualità, bologna, comune di bologna, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bx22