Medicina Estetica del Viso, un approccio globale è la soluzione

09/09/2013 - Le più recenti tecniche di ringiovanimento del viso si orientano verso interventi poco invasivi, soft e graduali, un approccio terapeutico agli inestetismi naturale e molto più sicuro del passato.

L’effetto di ringiovanimento complessivo si ottiene grazie alla ricerca che la moderna Medicina Estetica propone, un effetto autentico e naturale necessita l'utilizzo di materiali innovativi che prevedono l’uso di agocannule flessibili e di aghi speciali a parete sottile.

L'approccio Full Face è particolarmente indicato a uomini e donne che intendono ritrovare un aspetto giovane e riposato, ottenere dei risultati sicuri senza dimenticare l'equilibrio estetico. Per conoscere le più importanti novità siamo stati dal Dr. Fabio Marini, specialista in Medicina e Chirurgia Estetica e titolare di docenze presso il Centro Post-Universitario di Chirurgia Ambulatoriale di Bologna e Membro del Comitato Scientifico della Società Italiana di Medicina e Chirurgia Estetica (SIES).

Dr. Marini, cosa significa approccio FULL FACE?
Nella moderna Medicina e Chirurgia Estetica si considera molto importante l'aspetto globale del paziente, il nuovo trend proposto dalla medicina estetica ha già un nome: face balance. La tecnica agisce su più livelli e può essere gestita in modo assolutamente sicuro.

Il compito di intervenire su tutti i dettagli che invecchiano il viso anche più delle rughe (labbra, zigomi e guance, tempie, zona periorbitaria, sopracciglio, zona perimentoniera, naso) è affidato ai filler, da sempre trattamento d’elezione per riposizionare volumi e svuotamenti.

L’aspetto che contraddistingue il nuovo concetto di correzione è l’utilizzo di filler di acido ialuronico con viscoelasticità, e quindi consistenze, differenti, fondamentali per integrarsi nel modo migliore nei vari distretti del volto e tipologia di cute.

Nei casi in cui se la cute ha un buon sostegno tissutale sarà necessario un filler più corposo e con capacità liftante, per modellare i volumi nel modo più efficace e naturale. In caso di cute rilassata e sottile, ma anche giovane o già trattata, servirà invece un filler più elastico e flessibile, capace di integrarsi nei tessuti con maggiore morbidezza e rispetto per le caratteristiche di quel tipo di pelle. Secondo la filosofia face balance, la quantità di prodotto deve essere però attenta, misurata e graduale per ottenere step by step il risultato.

Ricostituire poco per volta volumi e proporzioni significa ottenere un effetto più discreto, naturale e non ritoccato. Quando si tratta di intervenire sulle rughe d’espressione, l’obiettivo di questa moderna soluzione è quello di distendere con morbidezza.

L’imperativo è non cancellare del tutto la mimica facciale, ma anzi preservarla in modo dolce, perché il viso possa continuare a esprimere sentimenti ed emozioni e il risultato che non abbia nulla di artefatto. Non più sguardi fissi e innaturali, ma freschi e spontanei, che conservano inalterata tutta la loro capacità espressiva.

Il trattamento di ringiovanimento è doloroso?

Il concetto di dolore è molto relativo, ovviamente si tende ad utilizzare anestetici superficiali che aiutano a superare la paura dell'ago, ma posso assicurare che è assolutamente indolore.

Quali sono i risultati di Balance Face?

Come descritto precedentemente l'effetto naturale è duraturo nel tempo e se ripreso periodicamente può durare anni. Mentre per i filler e altri trattamenti estetici l'effetto è variabile tra i 6-8 mesi. L'utilizzo dei migliori materiali e le migliori tecniche, hanno reso lo studio medico Skin Laser CLinic a Pescara e S Benedetto un punto di riferimento per il trattamento del ringiovanimento globale del viso.

SCRIVI AL DR. FABIO MARINI

TITOLI ACCADEMICI
-Novembre 1995 presso l’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI “G. D’ ANNUNZIO” di CHIETI si è Specializzato in CHIRURGIA VASCOLARE
-Novembre 1989 presso l’UNIVERSITA DEGLI STUDI “G. D’ ANNUNZIO” di CHIETI nella II Sessione ha sostenuto con esito positivo L’Esame di Stato di Abilitazione all’Esercizio Professionale di Medico Chirurgo.
-Luglio 1989 presso l’UNIVERSITA DEGLI STUDI “G. D’ANNUNZIO”di CHIETI si è Laureato in MEDICINA E CHIRURGIA riportando voti di 110/110
-Nel 1981 ha conseguito la Maturità Scientifica presso il Liceo Scientifico Statale “Marie Curie” di Giulianova (TE)

Iscrizione all’Albo dei Medici Chirurghi della Provincia di TERAMO n° 2084 dal 30/03/1990







Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 09-09-2013 alle 22:06 sul giornale del 10 settembre 2013 - 5772 letture

In questo articolo si parla di attualità, san benedetto del tronto, pescara, bologna, Fabio Marini, roseto degli abruzzi, Medicina Estetica

Leggi gli altri articoli della rubrica pubbliredazionale